Notizie

27 gennaio 2015 – Giorno della memoria

Pubblicato il

Calendario delle attività culturali promosse dal Comune di Trieste [scarica programma]
Il significativo, coinvolgente e articolato programma di cerimonie, commemorazioni, appuntamenti culturali, mostre e iniziative riservate alle scuole, promosso dal Comune di Trieste -insieme al altre istituzioni, associazioni e realtà attive sul territorio- per il “Giorno della Memoria” (ricorrenza istituita dal Parlamento italiano, con legge 211 del 20 luglio 2000, per ricordare l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti) è stato presentato oggi (venerdì 23 gennaio), nella sala Bobi Bazlen di palazzo Gopcevich di via Rossini 4 a Trieste. Alla conferenza stampa, sono intervenuti l’assessore comunale alla Cultura Paolo Tassinari, il direttore dei Civici Musei di Storia ed Arte Maria Masau Dan e il curatore della Risiera di San Sabba Francesco Fait.
“Si tratta -ha detto in apertura l’assessore Paolo Tassinari- di iniziative di rilievo, particolarmente dense e articolate nell’arco di una settimana, promosse dal Comune di Trieste e realizzate dal Civico Museo della Risiera di San Sabba con l’adesione e la collaborazione di istituzioni, associazioni e le diverse realtà sensibili e attive sul nostro territorio”. “Per la prima volta -ha proseguito il direttore Maria Masau Dan- abbiamo voluto aggiungere un altro museo tra i protagonisti delle celebrazioni. Aderendo al progetto del Ministero “Shoah dell’arte”, anche il Revoltella, nello spazio antistante l’auditorium, presenterà la mostra “L’arte vietata, 1940 opere di artisti ebrei rimosse dalle sale del museo Revoltella”. L’esposizione ripercorre le vicende del 1940, quando a seguito delle leggi razziali fasciste, l’allestimento permanente del museo Revoltella venne epurato dalle opere di Arturo Nathan, Gino Parin, Isidoro Grunhut, Vittorio Bolaffio, Arturo Rietti, Giorgio Settala e altri artisti ebrei, che vennero isolate in uno spazio riservato accessibile ai soli studiosi. “La coralità del programma” per il “Giorno della Memoria” è stata evidenziata quindi dal curatore Francesco Fait che, entrando nello specifico, ha ricordato i “i tre pilasti”, con “iniziative riservate alle scuole”, “cerimonie e commemorazioni” e “appuntamenti cultuali-mostre”.
La parte cerimonie e commemorazioni vedrà il suo apice martedì 27 gennaio. Alle ore 9.00, a cura della Questura di Trieste e dell’Associazione “Giovanni Palatucci Onlus”, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro sulla lapide che nelle carceri del Coroneo ricorda Giovanni Palatucci. A seguire, alle 9.30, a cura dell’Associazione nazionale ex deportati di Trieste, dal Coroneo partirà una marcia silenziosa che raggiungerà la stazione centrale. Alle ore 10.00, in via Flavio Gioia, sarà deposta una corona del Comune di Trieste sulla lapide che ricorda la partenza dei convogli dei deportati verso i campi nazisti, dal settembre 1943 al febbraio 1945. Alle ore 11.00, nella Risiera di San Sabba, monumento nazionale, si terrà la solenne cerimonia del “Giorno della Memoria 2015”. A seguire, alle ore 12.15, il giardino di Giarizzole, sarà intitolato a Ondina Peteani (1925-2003) partigiana deportata ad Auschwitz.
Per quando riguarda le iniziative riservate alle scuole, mercoledì 28 e giovedì 29 gennaio, alle ore 10.00, nell’auditorium del Museo Revoltella di via Diaz 27, spettacolo di teatro civile per attrice e fisarmonicista “Savina. Storia di una madre triestina deportata nei lager nazisti”. Testo e regia di Giorgio Amodeo, con Tatiana Malalan e accompagnamento musicale di Neva Kranjec. L’iniziativa è a cura del Comune di Trieste in collaborazione con SKD Tabor -ACS Tabor. Venerdì 30 gennaio, alle ore 10.00, all’auditorium del Revoltella, incontro con Reinhard Kleist, autore di Graphic Novel e presentazione del volume “Il Pugile”. Presentato da Mario Cerne dell’Accademia del Fumetto, l’appuntamento è a cura del Goethe Institut in collaborazione con il Comune di Trieste.
Tra gli appuntamenti culturali, martedì 27 gennaio, alle 16.30 e alle 21.00, al teatro dei Fabbri, in via dei Fabbri 2/a, proiezione del film “Rosenstrasse” di M.Von Trotta a cura di Goethe Institut e Cinema Teatro dei Fabbri. Alle 16.30, al teatro Miela di piazza Duca degli Abruzzi 3, incontro sul tema “Ebrei, antifascismo e resistenza a Trieste”. Interventi di Tullia Catalan e Roberto Spazzali, con la partecipazione di Renata Colorni e letture di Roberta Colacino e Maurizio Zacchigna. Appuntamento a cura della Comunità ebraica in collaborazione con il Comune di Trieste. Ancora alle 20.30, sempre al teatro Miela, lettura dedicata a Vincenzo Gigante, con Rossana Mola ed Ernesto Rossi, coordinamento Renato Sarti, a cura di Comune di Trieste e Teatro della Cooperativa Milano. Martedì 27 e venerdì 30 gennaio, alle ore 19.00, alla sala Bartoli del politeama Rossetti, spettacolo “I bambini della Risiera”, scritto e diretto da Noemi Calzolari, con Sara Alzetta, gli allievi dell’Associazione Star TS Lab e Tony Kozina al violino. Spettacolo a cura del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Star TS Lab e in collaborazione con il Comune di Trieste. Mercoledì 28 gennaio, alle ore 18.00, all’auditorium del museo Revoltella, presentazione del volume, appena uscito in traduzione italiana, di Dasa Drndic “Trieste”, Bompiani 2015. Interviene Mauro Covacich, modera Alessandro Mezzena Lona, letture Lucka Pockaj, presente l’autrice. Incontro a cura di Bompiani in collaborazione con il Comune. Venerdì 30 gennaio, alle ore 18.00, alla libreria Lovat di viale XX Settembre, Mario Cerne presenta il volume “Il Pugile” di Reinhard Kleist. Incontro a cura di Goethe Institut e libreria Lovat. Sabato 31 gennaio, alle ore 17.30, al museo Sartorio di largo Papa Giovanni XXIII, presentazione del volume di Maria Eisenstein “L’internata numero 6” Mimesis editore 2014. Intervengono Carlo Spartaco Capogreco, Tullia Catalan e Tristano Matta. L’incontro è a cura dell’istituto “L.Saranz” in collaborazione con il Comune. Domenica 1 febbraio, alle ore 10.00, all’auditorium del Revoltella, performance teatrale “Di segni e di passaggi” a cura dell’Associazione “Oltre quella sedia” in collaborazione con il Comune di Trieste. Alle ore 16.30, sempre all’auditorium del Revoltella, “Triagolo rosa”, testo e interpretazione di Ulderico Manami. Appuntamento a cura di ArcigayArcobaleno, Associazione “Certi diritti”, Avvocatura per i diritti LGBT-Rete Lenford e in collaborazione con il Comune.
Per quanto riguarda le mostre, dal 27 gennaio al primo marzo, al civico museo Revoltella di via Diaz 27, “L’arte vietata 1940. Opere di artisti ebrei rimosse dalle sale del museo Revoltella”. Info 040 6754350 – revoltella@comune.trieste.it Inaugurata il 23 dicembre, prosegue inoltre fino al 31 gennaio, alla Risiera di San Sabba la mostra “Attenzione stanno arrivando… La mostra dei manifesti antimassonici, Belgrado 1941-1942” a cura di Comune e Associazione culturale “Cizerouno”. [COMTS-GC]